Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » Cucina

You are currently browsing the archives for the Cucina category.

23 Dicembre 2007

Cena della Vigilia di Natale 2007


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

 

Antipasti:

Barchette al formaggio
Cialde al salmone

Primi:

Pilaf con melagrane e noci
Riso con noci e funghi

Secondi e contorni:

Carote all’arancia
Patate del bosco
Patate duchessa
Verdure di Natale

Dolci:

Panettone o pandoro con crema inglese

 

Nei giorni passati ho postato le ricette una ad una…
…e tra poco arriveranno le foto!

Buon Natale!!! ;)

22 Dicembre 2007

Barchette al formaggio


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

8 porzioni:

  • Pasta brisé già pronta (per 8 barchette)
  • 400 gr mascarpone
  • 200 gr gorgonzola
  • 160 gr gherigli di noci
  • 2 gambi di sedano

Ungere con il burro alcuni stampini, rivestirli di pasta brisé con uno spessore di mezzo centimetro e poi di legumi secchi. Informare per 20 minuti a 180°. Svuotare le barchette e, na volta fredde, estrarle dagli stampi.
Eliminare la crosta dal gorgonzola e lavorarlo per qualche minuto così da ammorbidirlo. Amalgamare con il mascarpone.
Mondare e tritare finemente il sedano, spezzare a metà le noci e incoporare entrambi gli ingredienti alla crema preparata poco prima.
Farcire le barchette con il composto e guarnire con gherigli di noci e qualche foglia di sedano.

21 Dicembre 2007

Cialde al salmone


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

8 persone:

  • 400 gr salmone affumicato
  • 500 gr patate
  • 120 gr farina 00
  • 2 uova
  • 2,6 dl di latte
  • 4 cucchiai di lievito per torte salate
  • 140 gr di yogurt intero naturale
  • 1,4 dl di panna fresca
  • Erba cipollina

Lessare le patate per circa 40 minuti, scolarle e sbucciarle ancora calde. Passarle allo schiacciapatate e lasciarle intiepidire. Sbattere le uova in una ciotola e aggiungere la farina setacciata con il lievito alternandola ad 1 dl di latte, poi unite il puré di patate.
Amalgamare bene in modo da ottenere un composto cremoso e, se necessario, ammorbidire con altro latte. Salate, pepate e lasciare riposare per 5 minuti.
Scaldate una padella antiaderente unta d’olio e fare scendere l’impasto a cucchiaiate formando dei dischi sottili di 6-7 cm di diametro. Cuocere per 2 minuti circa, girandoli con una paletta, fino a che non saranno dorati. Passarli su carta assorbente e trasferiteli su un piatto.
Tagliare le fette di salmone a pezzetti, sbattere la panna fino a renderla cremosa ma non montata. Incorporate lo yogurt e l’erba cipollina. Disporre su ogni disco 1 pezzo di salmone e un cucchiaino di panna e yourt e servire. (caldi)

20 Dicembre 2007

Pilaf alle melagrane e noci


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

8 porzioni 

 

  • 640 gr di riso
  • 160 gr burro (troppo!!!)
  • Aromi vari
  • 60 gr di noci
  • 4 melagrane
  • 1 cipolla

Privare le melagrane della buccia, sgranarle, eliminando anche la membrana interna bianca, poi spremete i chicchi nel passaverdura con il disco a fori piccoli. Versare il succo ottenuto in una brocca graduata e aggiungere l’acqua necessaria ad arrivare a 1,4 litri.
Soffriggete la cipolla in una casseruola con il burro fuso e il mazzetto di aromi vari ben lavati e tritati. Unire il riso e fatelo tostare per 2 minuti a fuoco vivo, mescolando.
Versare il succo di melagrana mescolato all’acqua, coprite e cuocete per 18-20 minuti senza mescolare.
A cottura ultimata incorporare i gherigli di noce tritati, regolare il sale e mescolare. Far riposare un minuto prima di portare in tavola.

19 Dicembre 2007

Risotto con noci e funghi


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

8 porzioni 

  • 640 gr di riso
  • 50 gr di funghi secchi
  • 80 gr di gherigli di noci
  • 60 gr di parmigiano
  • 1 cipolla
  • 1 litro di brodoMettere i funghi a bagno in una ciotolina con acqua tiepida per 1 ora circa, quindi sgocciolarli, strizzaeli e sminuzzaeli. Filtrare l’acqua utilizzata e unirla successivamente durante la cottura.
    Sbucciare la cipolla, affettarla e metterla in una casseruola con un mestolo di brodo. Porre sul fuoco e lasciare insalorire per alcuni minuti. Unire i funghi e i gherigli spezzettati, quindi aggiungere il riso e farlo tostare nel condimento. Portare il riso a cottura unendo il brodo bollente un mestolo per volta.
    Al termine della cottura spegnere il fuoco e mantecare il risotto con il parmigiano grattuggiato. Lasciare riposare per qualche minuto a tegame coperto e servire.

18 Dicembre 2007

Carote all’arancia


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

8 porzioni:

 

  • 2 cipolle
  • 8 cucchiai di olio d’oliva
  • Spezie
  • 100 gr di uva sultanina
  • 2 arance
  • 1 kg di carote

Lavare l’arancia e tagliarne a pezzi la scorza, quindi spremere il frutto. Far macerare nel succo per 1 ora l’uva sultanina. Raschiare le carote, lavarle e tagliarle a rondelle.

Mondare e lavare la cipolla, affettarla sottilmente e rosolatela in un tegame con l’olio e le scorze. Unite le carote, le spezie e una presa di sale e lasciare insaporire per circa 5 minuti, mescolando spesso.

Aggiungere il succo d’arancia e l’uva sultanina, mescolare, coprire e cuocere per 10 minuti a fiamma bassa.

Servire le carote ben calde.

17 Dicembre 2007

Patate al bosco


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

8 porzioni

  • 8 patate a pasta gialla 
  • 500 gr funghi freschi
  • 1 scamorza
  • 8 ccchiai di panna
  • 4 spicchi d’aglio
  • Prezzemolo
  • 8 cucchiai di olio d’oliva
  • 40 gr burro

Spazzolate le patate e lessarle per 15 minuti, calcolandoli dal momento in cui ha inizio l’ebollizione. Sbucciarle, tagliarle a metà, svuotarle di buona parte della polpa e lasciatele raffreddare.
Lavare e pulire i funghi, tagliarli a pezzetti piccoli e stufarli a fuoco lento per 15 minuti con l’aglio sbucciato e lavato, l’olio e il prezzemolo lavato e tritato.
A fuoco spento mescolate con la panna, salate, pepate e lasciate riposare. Affettate sottilmente la scamorza. Salate e pepate l’inferno delle mezze patate, riempitele con i funghi (senza spicchi d’aglio).
Sistemate le patate in una pirofila imburrata, copritele con le fettine di scamorza e terminare la cottura in forno a 180 gradi per 15 minuti.

16 Dicembre 2007

Patate Duchessa


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

8 porzioni: 

  • 1 kg di patate 
  • 60 g di burro
  • 2 ova e 2 tuorli
  • Noce moscata

Sbucciare e tagliare a spicchi le patate, metterle in una casseruola, copritele a filo d’acqua fredda leggermente salata e lessatele per 30 minuti. Scolatele e passatele al passaverdura. Insaporire con sale, pepe ed una grattata di noce moscata. Incorporare il burro. Mettere sul fuoco basso e mescolare energicamente fino ad ottenere una purea piuttosto asciutta. Togliere dal fuoco e aggiungere l’uovo e il tuorlo. Mescolare fino a incorporarli perfettamente, a piacere unire un po’ di parmigiano grattuggiato. Imburrare una placca da forno, riempire per metà una tasca da particcere con il puré preparato e fatelo scendere sulla placca a ciuffi, a esse o a nidi (così da poterli riempire di verdurine stufate). Infornare a 200° per 15 minuti e lasciare gratinare.
Per una doratura più accentuata durante gli ultimi 2 minuti accendere il grill, ma non perdere di vista le patate perché potrebbero bruciarsi in fretta.
Servire calde.

16 Dicembre 2007

Verdure di Natale


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

8 porzioni

  • 2 cuori di sedano
  • 24 olive verdi e nere
  • 20 g di uva sultanina
  • 20 gr di mandorle a lamelle
  • 8 cucchiai di vino bianco
  • 20 g di zucchero di canna
  • 100 gr di pane a fette
  • 8 cucchiai di olio d’oliva

Mondare e lavare il sedano, quindi affettatelo. Rosolarlo in una padella antiaderente con olio caldo insieme alle olive e all’uva sultanina.

Aggiungere lo zucchero ed il vino, fare evaporare, unire le mandorle e poco sale e far cuocere ancora per 5 minuti.

Tostare le fette di pane, tagliarle a tocchetti e serviteli in tavola insieme alle verdure.

15 Dicembre 2007

Crema inglese


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Questa ricetta è tratta dal MERAVIGLIOSO sito di Gennarino: www.gennarino.org.
Il mio guru della cucina :)

 1) Ingredienti: 4 tuorli, 2,5 dl latte, 150 gr zucchero, per profumare: 1\2 baccello di vaniglia. Portare ad esbollizione il latte con il baccello di vaniglia aperto a meta’, poi eliminare il baccello. Lavorare in una bastardella (o polsonetto: deve poi andare sul fuoco) i tuorli con lo zucchero, unire il latte bollente a filo.

2) Come si vede dalla foto si formera’ una schiuma piuttosto consistente, se si usa uno sbattitore elettrico, facendo invece l’operazione con una frusta a mano, se ne otterra’ molta meno. La crema a questo punto va posta sul fuoco (non alto, ovviamente). Osservare la schiuma e’ un buon indice per vedere quando e’ pronta, infatti questa si deve ridurre.

3) La crema e’ pronta quando “vela” il cucchiaio, non deve assolutamente bollire, la schiuma si e’ molto ridotta ma non e’ scomparsa del tutto (aspettare la scomparsa della schiuma porta spesso a cuocere troppo la crema). Se possedete un termometro, la “cottura” ottimale si ottiene sugli 83°C. Qualcuno suggerisce l’aggiunta di un cucchiaino di amido di mais per evitare che si straccino i tuorli, a mio avviso non serve, basta solo non cuocerla troppo e non farla bollire. Per un risultato perfetto filtratela con un cinese o con un colino a maglia fitta.

4) Se dovete usarla come salsa calda o tiepida la crema inglese e’ pronta; altrimenti potete unire un 90 ml di panna montata. Invece, per la bavarese, oltre alla gelatina si dovra’ unire 2,5 dl di panna montata. Variazioni: spesso quando serve come accompagnamento, si aumenta il numero dei tuorli a 6, fermo restando gli altri quantitativi. Per le bavaresi invece raramente si usano piu’ di 3-4 uova, mentre lo zucchero puo’ variare a seconda della ricetta.

· Next »