Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » Make up

You are currently browsing the archives for the Make up category.

15 Marzo 2010

Make up e cosmesi naturale


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Eccomi di ritorno dopo un sacco di tempo :)
Per praticità dividerò questo post sulla cosmesi in vari capitoletti: chiedo venia ma strada facendo mi sono accorta di aver scritto davvero molto, spero non vi dispiaccia :)


***COME SONO I PRODOTTI CHE UTILIZZIAMO?***
Per verificare quanti componenti dannosi abbiano i prodotti che usiamo abitualmente per la pulizia e l’idratazione della pelle, oltre che per il trucco, si può fare riferimento al BIODIZIONARIO: http://www.biodizionario.it/
E’ sufficiente indicare il nome dei vari ingredienti riportati sulla confezione per scoprire se sono “verdi” o “rossi” (dannosi).
Altro sito molto interessante è, in tal senso, SAI COSA TI SPALMI: http://www.saicosatispalmi.org/index.php?option=com_content&task=section&id=6&Itemid=12
Sempre a proposito di ingredienti: attenzione all’olio baby Jonson; il suo principale ingrediente è la paraffina, derivato dalla raffinazione del petrolio e inserito dalla recente direttiva europea tra i cancerogeni di classe 2. Conosco una persona che per riciclarlo lo sta usando per lucidare i mobili e lo trova miracoloso, caso mai servisse…
 

 

***TRUCCHI NATURALI***

Un buon connubio tra naturalità e makeup lo si ritrova nei prodotti minerali; si tratta di polveri di origine interamente naturale, senza sostanze nocive per la pelle come i siliconi o la paraffina.
L’utilizzo è per lo più il medesimo dei fratelli chimici ma più che di ombretti e phard (altrimenti detto blush) si parla di pigmenti dalle molteplici declinazioni:
- Come ombretti possono essere utilizzati asciutti o bagnati (per un colore più intenso); in quest’ultimo caso è anche possibile trasformarli in eyeliner, disponendo però di un pennello adatto all’applicazione.
- Mischiandoli al prodotto apposito, sempre naturale, si possono anche creare mascara colorati da stendere con la spazzolina apposita, ad esempio quella di un vecchio mascara ormai terminato.
- Possono diventare rossetti se mischiati a gloss trasparenti o al prodotto apposito.
- Avendo a disposizione uno smalto trasparente basta un po’ di pigmento per creare smalti personalizzati.
Insomma: gli usi sono davvero molteplici :)
Quanto alla base, il fondotinta in polvere si applica con un pennello molto fitto e morbido, detto Kabuki. Si versa nel tappo della jar (il contenitore dei pigmenti) un po’ di prodotto, si muove il pennello al suo interno perché possa raccoglierlo, lo si sbatte leggermente per liberarlo dalla quantità in eccesso e poi lo si passa sul volto con movimenti circolari. Più si insiste su questo passaggio meglio è: il fondotinta, scaldandosi, perde completamente “l’effetto polvere” e si sposa con la pelle con un risultato molto naturale.
Stesso procedimento per il phard (blush), ma in questo caso l’applicazione avviene solo dove occorre: zigomi, mandibola, eccetera, per realizzare quello che viene definito contouring. Inoltre il pennello è meno fitto, così da ottenere un effetto più soft e meno coprente.
Per la cipria valgono le stesse indicazioni date per il fondotinta: il pennello può essere più o meno fitto a seconda della resa che si desidera ottenere.
Se si preferisce un fondotinta liquido, così da avere un risultato più coprente, è possibile mischiare i pigmenti alla propria crema (meglio se naturale, così da non annullare i benefici di un trucco privo di agenti chimici). Non occorre compiere questa operazione ogni giorno, è infatti possibile preparare una quantità maggiore di prodotto per poi riporlo in un contenitore vuoto. L’applicazione può avvenire con una spugnetta o con un pennello da fondo liquido (coprenza maggiore) o a due fibre (effetto più naturale).
Piccola nota su come trovare il proprio colore di fondotinta: comprando su internet non è semplice individuare il colore al primo colpo. In generale abbiamo tre macrocategorie: chiaro, medio, scuro. Ciascuna di queste è declinata in varie sottocategorie a seconda del sottotono, ovvero del colore cui vira la pelle: giallo, rosa, pesca, bilanciato. Aiuta molto il fatto che i fondotinta minerali possono essere mischiati tra loro ed è quindi possibile modulare un colore adatto alla propria pelle sia in giornate di pallore totale che di lieve abbronzatura. Due video che possono essere utili per la scelta sono i seguenti:
http://www.youtube.com/user/attricepercaso?feature=mhw4#p/a/f/1/vXMq4GqssGA (dove si possono vedere le varie tonalità)
http://www.youtube.com/user/giorgiapril?blend=1&ob=4#p/search/0/ueUY3j1rysI (qualche consiglio per scoprire se il proprio fondotinta è adatto)
Tra i venditori di trucchi minerali ci sono:
- truccominerale: www.truccominerale.it
- Minerals Will Work 4 U - sito ufficiale: http://www.mww4u.com/shop/minerals,campioncini—set—ricariche-15.html
- Minerals Will Work 4 U - negozio ebay:  http://stores.shop.ebay.it/Minerals-Will-Work-4-U__W0QQ_armrsZ1
I prezzi più interessanti sono quelli delle ricariche. Ovviamente tenerle nei sacchettini di plastica è molto scomodo, per questo si possono comprare delle jar vuote da riempire come si vuole; è possibile reperirle, ad esempio, sul sito di truccominerale. Le jar da 10gr vanno bene per gli ombretti, quelle da 20gr per i blush e quelle da 30gr per i fondotinta.
Truccominerale è una ditta di Moncalieri, inizialmente era semplice rivenditore di prodotti MWW4U ma da qualche tempo a questa parte ha deciso di “mettersi in proprio” e di produrre alcuni ombretti nella propria sede.
Iperdibile, di questi venditori, è il pennello kabuki: morbidissimo.
 

 

***CREME, SAPONI, STRUCCANTI E TANTO ALTRO***

Qui veniamo alla parte interessante :)
Ho da poco scoperto un piccolo laboratorio del bergamasco che produce artigianalmente creme, saponi e detergenti completamente naturali: FITOCOSE
Il loro sito internet è il seguente: http://www.fitocose.it/
Qui trovate le immagini del laboratorio: http://www.fitocose.it/servizi.asp?id=3&testo=Il%20luogo%20dove%20nasce%20la%20nostra%20magia
E qui è possibile richiedere un checkup della propria pelle: http://www.fitocose.it/checkup.asp vi consiglieranno una marea di prodotti. Ovviamente è folle l’idea di acquistarli tutti, sono più che altro consigli sulle componenti più adatte alla propria persona.
Spediscono con corriere e le spese di spedizione sono gratuite per importi superiori a 50 euro. Il pacco impiega circa 15 giorni ad essere preparato e un giorno ad arrivare.
In particolare ho sentito miracoli sulla Jalus family, ma anche sullo struccante all’eufrasia, sulla crema contorno occhi e sulla crema alla vaniglia. Più contrastanti le opinioni sulla brufocrema.
Altro laboratorio, questa volta collocato nel marchigiano è LA SAPONARIA: http://www.lasaponaria.com/
Il sito è terribile, ma il laboratorio è talmente piccolo che non si sono ancora attrezzati in questo senso :)
I loro prodotti dovrebbero essere particolarmente interessanti soprattutti in riferimento agli oli, ma di questo ve ne parlo nel capitolo apposito.
In ogni caso ho mandato loro una mail per chiedere il listino, ora sto aspettando che mi rispondano :)
 

 

*** TRUCCHI NON NATURALI***

Va bene la naturalità, ma ogni tanto ci si può anche concedere qualcosa di non naturale, no? :)
Nell’ultimo periodo sto sperimentando un po’ di case cosmetiche non reperibili in Italia.
La prima tra queste è l’americana E.L.F. (EYESLIPSFACE)
E’ possibile acquistare i loro prodotti on line, attraverso il sito inglese (quello italiano non è ancora attivo): http://www.eyeslipsface.co.uk/
Cliccando sulla bandierina dell’Europa, nella parte alta della pagina, i prezzi verranno convertiti in euro. Se servono dei pennelli, quelli della linea studio sono molto buoni.
Passiamo ora a ZOEVA: http://www.zoeva-shop.de/
E’ una ditta tedesca molto conosciuta soprattutto per la vendita di Palette e pennelli.
Le cialdine delle palette di ombretti sono molto piccole (la dimensione di una moneta da due centesimi), ma la resa è ottima essendo tutti molto pigmentati e, quindi, molto scriventi. Anche in questo caso è possibile l’uso asciutto o bagnato. Il vero punto forte è però la grande quantità di colori che permette di giocare e sperimentare quasi senza limiti.
Ci sono anche palette di blush (phard) e terre.
I pennelli sono un’altro punto forte di Zoeva, sconsigliato, però, il set base.
Le spese di spedizione ammontano a 16 euro, un’enormità, ma la spedizione avviene tramite corriere e con precisione tedesca. Diciamo che suddividendole su più persone la spesa diventa accettabile, soprattutto tenendo conto che gli oggetti arrivano via corriere, in fretta e bene imballati.
Ho fatto un ordine anche da FRAULEIN38: http://www.fraulein38.com/ più per azzardo che altro. Le palette di ombretti sono per lo più le stesse vendute da ZOEVA, ma le spese di spedizione sono irrisorie. Di contro, Fraulein impecchetta malissimo la merce facendola arrivare molto spesso letteralmente sbriciolata. Insomma… ho rischiato, ma da quello che sento e vedo preferisco mettere le mani avanti e non consigliarvi l’acquisto. Le spedizioni avvengono via posta ordinaria. :)
Ho anche in mente di provare, seppure non subito, altre marche, ma per ora credo sia il caso di fermarmi qui e passare oltre ^^’
 

 

***OLI, OVVERO: STRUCCARSI CON IL METODO DELLE 3 BIOFASI***

Da poco ho iniziato a struccarmi con il metodo delle 3 biofasi e ne sono particolarmente entusiasta, ho scoperto che l’olio è uno struccante me-ra-vi-glio-so. *__*
Per la prima fase può essere utilizzato qualsiasi tipo di olio, anche quello d’oliva: lo si passa sul viso con le dita o con un batuffolo di cotone e si procede fino a che non resta pulito (ci vuole davvero pochissimo). E’ importante che l’olio sia puro, vale a dire che non vi siano altri ingredienti, e che la spremitura sia avvenuta a freddo. Io mi trovo molto bene con quello di Jojoba che, tra le altre proprietà, ha quella di essere un ottimo antirughe. Lascia la pelle morbidissima :)
Per la seconda fase occorre una saponetta naturale (ad esempio il sapone di aleppo) con la quale sciacquarsi il viso. L’olio funge da protettivo e impedisce al sapone di seccare la pelle.
La terza fare ha il compito di riequilibrare il ph della pelle e consta in una passata di tonico, anch’esso naturale.
Ulteriori info le trovate qui: http://www.saicosatispalmi.org/index.php?option=com_content&task=view&id=145&Itemid=11
Spero di esservi stata utile e di non avervi annoiato troppo.