Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » 2007 » Aprile

You are currently browsing the L’antipatica weblog archives for the day Mercoledì, Aprile 4th, 2007.

4 Aprile 2007

Le lingue che non sapevo di conoscere


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

E’ sempre un piacere scoprire di parlare una lingua sconosciuta. Peccato che, nella mia incommensurabile distrazione, mi dimentichi sempre di prendere nota di quale essa sia.

“Ho bisogno di parlarti. Mi richiami per favore?”
“Le cose stanno andando benissimo!Ti dirò quando sarò in tv.”

Ok, meraviglioso. Quattro secondi di esultanza totale.
Uno, due, tre, quattro.
Bene, ora gradirei sapere quale delle mie otto parole esprime un significato pari a: “hai voglia di parlarmi di quello che ti sta succedendo?”
Proviamo a rileggere.

No, se quello che ho scritto è italiano corrente allora il significato è che - io - ho bisogno di muovere le labbra per comporre parole che giungano alle tue orecchie attraverso un’apparecchiatura telefonica dagli aspetti tecnici momentaneamente trascurabili. Io parlo e tu ascolti, possibilmente con attenzione.
Dopo, se lo desideri, puoi rispondere, cosa che sarebbe gradita, e parlarmi di qualsiasi altro aspetto della tua vita tu ritenga di poter condividere (sarebbe un’interessante novità).

Prima, però, _ho_bisogno_di_parlarti.

Ieri ho passato la serata a provare per lo spettacolo del primo di giugno, la notte non ho dormito pensando alle giusta sequenza di parole ed argomenti con cui esprimere quanto ho da comunicarti, domani pomeriggio ho lezione di teatro con otto ragazzini scalmanati che vogliono imparare qualcosa da me e che non centrano nulla con i problemi della mia vita e, soprattutto, in serata ho l’incontro con la tizia di Mediaset.
Vuoi davvero che arrivi a parlarle con tutto questo nervosismo addosso e con questo carico di parole non dette?
Probabilmente no. Già. Sicuramente no se solo mi prestassi attenzione sufficiente da accorgerti che c’è qualcosa che non va.