Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » 2007 » Aprile

You are currently browsing the L’antipatica weblog archives for the day Lunedì, Aprile 23rd, 2007.

23 Aprile 2007

Sotto la luce della luna V


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

“Io no certo, non mi pare abbia particolari attrattive. Senza contare che sono innegabilmente più brava, quella smorfiosa non ha nulla da insegnarmi.”
Superò la porta, seguendolo ed indicando un tavolo poco distante.
“Ecco, ti aspetterò qui e passerò il tempo tenendoti d’occhio. Non farmi aspettare troppo”
Si morsicò il labbro, attuando quanto aveva anticipato, irritata con se stessa per non essere ancora riuscita ad attirare sufficientemente la sua attenzione, o forse per essere ancora distante dal provocarlo a tal punto da scatenare nuovamente il suo delizioso potere. Sarebbe stato meraviglioso provare ancora quella sensazione, quasi meglio che… no, aveva smesso, aveva promesso che non avrebbe lasciato nuovamente la retta via e non poteva deludere il Mastro. Eppure… chissà cosa sarebbe accaduto in tali circostanze…

Sospiro` stancamente, avvicinandosi a quella che avrebbe dovuto essere, nelle intenzioni, la sua accompagnatrice. Chino` la testa in segno di saluto non appena la vide alzare gli occhi dal libro che focalizzava la sua attenzione e, colmata ancora la distanza di un passo, si chino` per poterle parlare piu` agevolmente a bassa voce.
“Temo di non aver fatto in tempo a salutarti…” questa mattina? Ma quanto tempo era effettivamente passato? L’esitazione danzo` sulle labbra dell’elfo per non piu` di un attimo. “…nella sala comune. Presumo che ci sara` tempo in abbondanza per le presentazioni e per le chiacchiere, se acconsentirai ad accompagnarmi a recuperare alcuni effetti personali. Il Maestro ha gia` acconsentito.”
Chiuse le labbra, inspirando a fondo, il Dono quieto e dormiente, assopito in un angolo della sua mente e del suo corpo, sperando di essere risultato abbastanza convincente.
In effetti, non aveva detto che la verita`, a ben guardare.

23 Aprile 2007

La lontananza


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Si tratta davvero solo di chilometri?

23 Aprile 2007

Quando si dice una giornata impegnativa


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Sono stremata =_=

La mia giornata è iniziata alle otto di questa mattina, quando la sveglia è suonata implacabile. Da quel momento in avanti è stato tutto un susseguire di attività, alcune gradevoli ed altre meno. Le scarpe scelte, ad esempio, non  lo sono state affatto.
Mi sono sistemata per bene: giacca, trucco, mi sono addirittura pettinata ;P e poi via, verso il tanto temuto colloquio con la mia titolare nonché mia responsabile.
Le ho spiegato che mi sono laureata e che mi piacerebbe fare qualcosa di più stimolante e di maggiormente inerente i miei studi. Mi è parsa piuttosto interessata alla mio propormi… non resta che stare a vedere :) Già lo so, diventerò presto una piccola donna in carriera ;P (Sarebbe anche ora)
Dopodiché ho parlato con il capo più grosso (in tutti i sensi), che mi ha amorevolmente delegato un altro compito. Non è meraviglioso crescere ed avere più responsabilità?
Perché questa frase non mi convince?

L’arrivo in università è stato interrotto da una gitarella in libreria, dove ho deciso di iniziare un percorso da insegnante seria, e mi sono procurata un libro con una serie di esercizi di improvvisazione per il teatro. Dalla serie: fantasia meno quattro. A volte capita.

La prima lezione è andata meglio di quanto mi aspettassi, pensare che non volevo neppure seguirlo, questo corso… ed invece :)
Il docente è molto simpatico e cordiale, anche se fa un po’ effetto pensare che ha solo sei anni più di me, mi viene voglia di dargli del tu ^^’ La parte tragica è che vuole farci vedere dei film in lingue improbabili e senza sottotitoli. Va bhe, per lui questo ed altro ;P Lui non lo sa ancora ma sto pensando di eleggerlo a mio relatore per la tesi. Non è meraviglioso? Avermi tra i piedi ogni settimana… cambierà mestiere o mi chiederà di sposarlo ;P

La lezione di pubblicità, invece, mi ha davvero davvero deluso =_= Non mi piace per nulla, come materia, ormai è assodato, così com’è assodato che devo assolutamente sostenere quell’esame. Quasi quasi mi presenterò da non frequentante, non saprei, devo decidere. i certo c’è troppa gente per i miei gusti: senza contare che le galline starnazzanti non mi sono mai piaciute.

Giungiamo al tramonto, con le prove di Eterea che hanno visto finalmente sistemato il finale dello spettacolo ed una data per la registrazione delle poesie. Il tre maggio non mi è mai sembrato così vicino 0_o

Altro progetto che va in porto: il servizio televisivo dalla fiera del libro. La lettura e i giovani sarà la nostra splendida tematica :)

Sono troppo impegnata, sono decisamente troppo impegnata. E tesa. Devo trovare un’attività con cui sfogarmi un po’. A dire il vero un’idea già l’avrei, ma manca una componente essenziale. Dovrò provvedere.

Buona nooooooootteeeeeeeeee ^__*