Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » 2007 » Maggio

You are currently browsing the L’antipatica weblog archives for the day Giovedì, Maggio 3rd, 2007.

3 Maggio 2007

Perché gioia e dolore han lo stesso sapore con te


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Avete presente la storia del genio della lampada? Quello che una volta liberato dal suo millenario rifugio riesce a guardare dritto negli occhi il suo salvatore, sentenziando che realizzerà tutti i suoi desideri se riuscirà a non pensare, per almeno cinque minuti, ad un elefante rosa. Quante volte sarà capitato, a questo povero uomo del deserto, di portare la propria mente verso un’immagine così buffa? Eppure il solo chiedergli di non pensare rende impossibile la realizzazione del compito.
Anch’io funziono allo stesso modo. Dovrei semplicemente smettere di pensare, ma il mio elefante rosa è troppo ingombrante ed io sono troppo brava a fare il genio di me stessa.

Quella che segue potrebbe essere la canzone giusta da dedicargli. Non mi capita spesso di commuovermi per parole in forma di musica.

Ascolta la canzone

Ti scatterò una foto
Tiziano Ferro

Ricorderò e comunque anche se non vorrai
Ti sposerò perché non te l’ ho detto mai
Come fa male cercare , trovarti poco dopo
E nell’ ansia che ti perdo ti scatterò una foto…
Ti scatterò una foto…

Ricorderò e comunque e so che non vorrai
Ti chiamerò perché tanto non risponderai
Come fa ridere adesso pensarti come a un gioco
E capendo che ti ho perso
Ti scatto un’ altra foto

Perché piccola potresti andartene dalle mie mani
Ed i giorni da prima lontani saranno anni

E ti scorderai di me
Quando piove i profili e le case ricordano te

E sarà bellissimo
Perché gioia e dolore han lo stesso sapore con te
Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse
E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse

E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare
E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire

E riconobbi il tuo sguardo in quello di un passante
Ma pure avendoti qui ti sentirei distante
Cosa può significare sentirsi piccolo
Quando sei il più grande sogno il più grande incubo

Siamo figli di mondi diversi una sola memoria
Che cancella e disegna distratta la stessa storia

E ti scorderai di me
Quando piove i profili e le case ricordano te
E sarà bellissimo
Perché gioia e dolore han lo stesso sapore con te
Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse
E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse
E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare
E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire

Non basta più il ricordo
Ora voglio il tuo ritorno…
E sarà bellissimo
Perché gioia e dolore han lo stesso sapore
Lo stesso sapore con te

Io Vorrei soltanto che la notte ora velocemente andasse
E tutto ciò che hai di me di colpo non tornasse
E voglio amore e tutte le attenzioni che sai dare
E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire
E voglio indifferenza semmai mi vorrai ferire…