Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » 2008 » Luglio

You are currently browsing the L’antipatica weblog archives for Luglio, 2008.

29 Luglio 2008

Quanto male ci si fa, con la stupidità


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Se c’è una cosa che odio è l’arroganza, soprattutto quando non ce la si può permettere: la trovo un sinonimo estremamente calzante di stupidità.
A volte capita di esserne oggetto e di non poter fare nulla; altre, invece, ci si trova in una posizione di forza. Ecco: sono esattamente in quella posizione e sto già scegliendo la catena per la sega elettrica. Credo inizierò dalle gambe.

La prima regola del commerciale: se vuoi che compri i tuoi servizi trattami gentilmente, come se fossi un cliente (perché lo sono).

Seconda regola del commerciale: se non sei in grado di seguire la prima regola cambia lavoro.

Mi sento molto donna in carriera, provvista di potere decisionale e pronta ad usarlo.

28 Luglio 2008

Meno tre (giorni)


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Siamo ad un passo dalla partenza.

Chi mi conosce sa che organizzo sempre i miei viaggi con largo anticipo e spesso me ne chiede il motivo. Costo? Anche, ma non solo, rispondo con un sorriso avasivo, cambiando poi argomento con tecniche affinate in anni e anni di vita sociale.

Oggi, tuttavia, voglio svelare il mistero.

Fine luglio: sole cocente, afa, umidità. Rumori che, all’alba, filtrano dalle finestre aperte per venire a solleticarti prima del tempo, svegliandoti, dolcemente, ma pur sempre svegliandoti. Montagne di lavoro da portare a termine entro e non oltre l’orario di partenza dell’aereo, riunioni che hanno lo stesso sapore insipido dei proprositi per il nuovo anno: ci si siede tutti attorno ad un tavolo e ci si guarda negli occhi fino a che un coraggioso non si schiarisce la voce, prende la parola e chiede con voce tremante cosa ne sarà di noi. Esami universitari che si accavallano l’uno all’altro, date spostate, professori irreperibili, libri fuori catalogo dal 1930.

Il primo giorno di ferie tutto ciò che si desidera è raggiungere un bel boschetto, in piena campagna, sparare alle cicale e cercare una tana comoda da prendere in affitto. Letargo. Il tasso che ne è proprietario potrà stare tranquillo: verrà restituita a settembre, giusto in tempo per il suo lungo riposo.

E invece, scaltra come una faina, la personalità propositiva ed energica prende la prenotazione datata 15 gennaio e te la sbattachia sotto il naso. Prendi la valigia, prepara la valigia, vai in aeroporto e allaccia le cinture. Vuole un caffè signorina? Un panino? Un tea? Una brioches? No, guardi, mi basterebbe una corda per la tizia iperattiva con la quale divido il corpo.

26 Luglio 2008

Sarà che in Italia “c’han’ tutti la fabbrichetta”


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Vergognoso. Ver-go-gno-so. 

Articolo tratto da Repubblica.

Manovra, norma “anti-precari”
Cade l’obbligo del reintegro

ROMA - La condizione di precario del lavoro, potrebbe diventare ancora più dura, in alcuni casi eterna. Secondo fonti dell’agenzia Agi, nella manovra economica al vaglio del Senato, sarebbe stato inserito un emendamento per impedire al giudice la possibilità di obbligare un datore di lavoro a stabilizzare un dipendente irregolare. La norma, approvata dalla Commissione Bilancio della Camera e recepita nel maxiemendamento, si applicherà anche ai contenziosi in corso. I sindacati annunciano battaglia: “E’ un provvedimento ingiusto, aumenta la disparità tra imprese e lavoratori”, protesta la Cgil.

Finora il giudice, che riscontrava irregolarità sul ricorso ad uno o più contratti a termine, poteva obbligare il datore di lavoro a riammettere in servizio il lavoratore con un contratto a tempo indeterminato. Se passerà la nuova legge, il giudice dovrà limitarsi ad applicare all’azienda una sanzione di entità variabile tra le 2,5 e le 6 mensilità (la stessa prevista per le imprese al di sotto dei 15 dipendenti).

Il datore di lavoro potrà effettuare una serie pressoché infinita di contratti a termine rischiando al massimo una sanzione di importo pari a sei mensilità. Il lavoratore, in caso di irregolarità della causale di utilizzo del contratto a termine, potrà essere indennizzato, ma non riammesso nel suo impiego.

Dura reazione dei sindacati, che accusano il Governo di lasciare alle imprese “mano libera sull’uso dei contratti a termine”. “E’ una misura molto negativa - denuncia Fulvio Fammoni segretario confederale del sindacato con delega al mercato del lavoro - lascia aperta ogni possibilità per le aziende sull’uso del contratto a termine, senza che, in caso di irregolarità, queste abbiano alcuna ripercussione futura“.
“Una norma sbagliata che presenta gravi incongruenze”, secondo il segretario confederale della Cisl, Giorgio Santini. “Oltre al problema dell’indennizzo, la norma introduce il principio che un contratto non corretto viene considerato nullo”. In questo modo, spiega Santini, “il lavoratore, non solo non può essere riammesso sul posto di lavoro, per decisione del giudice, con un contratto a tempo indeterminato, ma rimane anche senza il contratto a termine“.

23 Luglio 2008

work in progress


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Piano piano i progetti iniziano a prendere forma e questo mi riempie di entusiasmo :)

Entro sabato credo di terminare i raccontini per la prima pubblicazione ed oggi sono andata a comprare il mitico blocco notes da scrittrice in viaggio ;P mi servirà mentre sarò via per romanzare il mio copione. Vorrei averlo disponibile per novembre, quando andremo in scena, il che significa sfruttare i viaggi aerei e le lunghe attese in aeroporto per portare avanti il lavoro… si spera addirittura fino a completarlo.

Quanto al romanzo, abbiamo iniziato il sesto capitolo e spero di terminarlo entro domenica così da passare al settimo prima della partenza. Sette su diciassette. Non male.

E mentre i denti ancora si fanno sentire, in ricordo della recente visita dentistica, prendo gomma virtuale e matita rossa per tornare alla mia attività preferita: l’editing!

;)

13 Luglio 2008

La caduta


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

E’ un po’ che non mi faccio sentire sul blog ma in questo periodo sto scrivendo moltissimo per altri canali; nulla, purtroppo, che possa essere pubblicato anche on line: un brano partecipa ad un concorso letterario e altri dovrebbero essere di prossima pubblicazione cartacea :)

A questo proposito devo ringraziare infinitamente A. per la pazienza e l’apporto che non mi fa mai mancare nelle correzioni e revisioni oltre che nella definizione delle storie e nella loro ideazione. La sua fantasia e la sua abilità di scrittore sono davvero innegabili. Quando se ne renderà conto e inizierà a fare sul serio lascerà tutti senza parole;  momento che potrebbe essere più vicino di quanto non pensi: siamo a quota sessantatremila caratteri ed il quarto capitolo del romanzo è già quasi concluso. Ho apportato anche una serie di revisioni ai tre precedenti ed il risultato è più che soddifacente.

Restate collegati: la storia si infittisce :)