Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » 2008 » Luglio

You are currently browsing the L’antipatica weblog archives for the day Lunedì, Luglio 28th, 2008.

28 Luglio 2008

Meno tre (giorni)


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Siamo ad un passo dalla partenza.

Chi mi conosce sa che organizzo sempre i miei viaggi con largo anticipo e spesso me ne chiede il motivo. Costo? Anche, ma non solo, rispondo con un sorriso avasivo, cambiando poi argomento con tecniche affinate in anni e anni di vita sociale.

Oggi, tuttavia, voglio svelare il mistero.

Fine luglio: sole cocente, afa, umidità. Rumori che, all’alba, filtrano dalle finestre aperte per venire a solleticarti prima del tempo, svegliandoti, dolcemente, ma pur sempre svegliandoti. Montagne di lavoro da portare a termine entro e non oltre l’orario di partenza dell’aereo, riunioni che hanno lo stesso sapore insipido dei proprositi per il nuovo anno: ci si siede tutti attorno ad un tavolo e ci si guarda negli occhi fino a che un coraggioso non si schiarisce la voce, prende la parola e chiede con voce tremante cosa ne sarà di noi. Esami universitari che si accavallano l’uno all’altro, date spostate, professori irreperibili, libri fuori catalogo dal 1930.

Il primo giorno di ferie tutto ciò che si desidera è raggiungere un bel boschetto, in piena campagna, sparare alle cicale e cercare una tana comoda da prendere in affitto. Letargo. Il tasso che ne è proprietario potrà stare tranquillo: verrà restituita a settembre, giusto in tempo per il suo lungo riposo.

E invece, scaltra come una faina, la personalità propositiva ed energica prende la prenotazione datata 15 gennaio e te la sbattachia sotto il naso. Prendi la valigia, prepara la valigia, vai in aeroporto e allaccia le cinture. Vuole un caffè signorina? Un panino? Un tea? Una brioches? No, guardi, mi basterebbe una corda per la tizia iperattiva con la quale divido il corpo.