Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » 2008 » Novembre

You are currently browsing the L’antipatica weblog archives for Novembre, 2008.

23 Novembre 2008

Luci della ribalta


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

E’ stato emozionante, ieri sera, quando lo spettacolo che ho scritto e diretto ha preso vita, per la prima volta, davanti ad un pubblico.
Si trattava di spettatori amici, venuti in teatro per assistere ad un’anteprima che ha avuto i suoi difetti, le sue incertezze, ma rappresenta una base importante sulla quale lavorare e crescere.

Le ragazze sono state splendide, nonostante mancasse una delle attrici per gravi problemi familiari, nonostante gli inserti multimediali non fossero ancora arrivati, a dispetto delle scenografie incomplete per un ritardo di consegne.

E’ stata una generale traballante,¬†un vero e proprio¬†trampolino verso un debutto con i fuochi d’artificio! :)

¬

23 Novembre 2008

Il tempo


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Il tempo √® un bene prezioso. Ed al contempo inquinato al pari dell’aqua e dell’aria,¬†permeato dal sapore acre del dovere e della necessit√†.
Il tempo, quello leggero come l’ossigeno e cristallino al pari di una fonte, √® una rarit√† da custodire gelosamente. E’ un segreto. Provate e dire a qualcuno -¬†un parente, un’amico, un genitore -¬†di avere qualche ora solo per voi, da dedicare ad attivit√† che nutrono lo spirito e vi fanno rflettere, sorridere, rinascere; ciascuno vi far√† una proposta, trover√† un’alternativa, tenter√† di sedurvi con attivit√† che sanno di bruciato se paragonate alla vostra originaria ambizione.

Il tempo per guardarsi attorno, per vivere anziché correre in mezzo alla vita. Il sole che sorge e poi tramonta, giorno dopo giorno lasciandoci la netta sensazione del suo trascorrere, del suo flusso cadenzato e non liscio. Il tempo che non è olio, che non scivola via lasciandoci solo pochi, sparsi istanti di consapevolezza. Il tempo che è fluido vischioso, attritico, del quale non si spreca neppure un attimo.

Uno spreco di tempo. Lo √® passare una giornata sdraiati al sole, immersi nei propri pensieri? Lo √® restare davanti ad un quadro, ammutoliti, ricostruendo con l’immaginazione l’esatto momento in cui il pittore ha dato vita a quella particolare, piccola pennellata che nessun’altro ha notato? Oppure lo √® il lasciarsi travolgere dagli impegni, incollare gli occhi alle lancette dell’orologio e tarare i battiti del cuore sul ritmo dell’incessante tic-tac, come facevano gli schiavi sui galeoni, remando al tetro suono dei tamburi?

La vera realtà, spesso, è appena un passo oltre, al di là di un velo. Solo un passo.