Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\gettext.php on line 66
L’antipatica » Blog Archive » I testimoni di Geova

 

I testimoni di Geova


Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in D:\inetpub\webs\loscrignoit\wp\wp-includes\functions-formatting.php on line 83

Già è spiacevole abitare esattamente sopra il proprietario di un cane cretino, che non riconosce il giorno dalla notte e che piange ogni due per tre, figuratevi se lo si unisce alla visita degli immancabili testimoni di Geova.
Qualcuno mi spieghi: perché dovrei convertirmi per passare la mia vita in giacca e gonna nera rompendo le scatole agli altri? E’ una sorta di risarcimento, visto che per anni le hanno rotte abbondantemente alla sottoscritta? Non si potrebbe inventare qualcosa di diverso, che ne so, io con i piedi incrociati su una scrivania megagalattica che urlo ordini ad un gruppo di poveri impiegati? Sarebbe meraviglioso.

Ed invece la mia giornata è iniziata con un gran mal di testa a causa del continuo abbaiare per colpa di un fervente religioso del quale faremmo tutti volentieri a meno. Alla prossima riunione di condominio proporrò un bel cartello da appendere alla porta: “Questo stabile non gradisce materiale pubblicitario e testimoni di Geova. Vietato stazionare sotto i balconi se non sei in grado di modulare la voce evitando la rapida diffusione dei fatti tuoi: sembrano avventure straordinarie solo a te.”

This entry was posted on Giovedì, Marzo 29th, 2007 at 09:46 and is filed under Riflessioni. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.