Cosmoprof Bologna: guida di sopravvivenza 2.0

Torna anche quest’anno l’amatissima “Guida di Sopravvivenza a Cosmoprof Bologna“, aggiornata ed arricchita in vista dell’edizione 2014.

Ad essere offerte non sono solo le risposte alle domande più comuni di chi si reca in Fiera per la prima volta, ma anche suggerimenti relativi a quei piccoli dettagli che potrebbero rendere la visita ancora più soddisfacente.
Ovviamente attendo altre domande nei commenti: sarò felice di aggiungerle alla lista!

Maggiori dettagli in merito alla definizione del tempo e del percorso di visita possono essere trovati nell’articolo “Cosmoprof 2014: organizzare la visita dalla A alla Z, mentre qui potete trovare la lista degli espositori di maggiore interesse, oraganizzata in modo adeguato ad un uso on the road.

Locandina cosmoprof 2014
Cosmoprof 2014

 

divisione

Cos’è il Cosmoprof?

Il Cosmoprof è la principale fiera italiana dedicata all’estetica ed alla cosmesi: improntata all’incontro tra aziende e professionisti del settore, resta tuttavia aperta alla visita da parte di semplici appassionati. E’ caratterizzata dalla vocazione internazionale e dall’elevatissimo numero di espositori.

divisione

Tragitto stazione-Fiera: come?

Avete deciso di raggiungere il capoluogo emiliano in treno ed ora vi trovate nella stazione di Bologna Centrale. Come raggiungere, da qui, il polo fieristico? Avete tre possibilità:

AUTOBUS – Uscite dalla stazione dirigetevi immediatamente alla vostra destra, dove troverete – proprio davanti alla pensilina dei taxi– l’ufficio dei trasporti pubblici bolognesi: lì potrete acquistare i biglietti del bus. A questo punto attraversate la strada: l’autobus che dovrete prendere, il numero 35, ferma lì (clicca qui per vedere l’ubicazione esatta e la posizione rispetto alla stazione). Troverete ad aspettarvi alcuni addetti, che obliteranno il vostro biglietto prima della salita. Aspettatevi molta, molta, molta calca.

TAXI – Uscite dalla stazione guardate alla vostra destra (grazie a Google street view, che mostra esattamente cosa si vede): il parcheggio dei taxi si trova lì. La coda potrebbe essere molto lunga, tenetene conto.

A PIEDI – Ivana de “Il blog di Ivana” conferma di aver optato per questa soluzione l’anno scorso e di aver impiegato tra i 20 ed i 30 minuti. E’ un piano B da tenere in considerazione soprattutto per il ritorno, nel caso in cui le code per i mezzi pubblici dovessero essere tanto lunghe da comportare il rischio di perdere il treno.

divisione

Conviene comprare i biglietti in anticipo?

I biglietti per accedere alla fiera hanno un costo considerevole: 42 euro per un giorno, 52 per due giorni e 62 euro per l’abbonamento comprensivo dei quattro giorni di fiera.
Per risparmiare è consigliabile acquistare il biglietto on-line, così da ottenere una riduzione di 17 euro sul costo intero, pagando 25 euro per il giornaliero, 35 per i due giorni e 46 per l’abbonamento.
L’acquisto on line vi consentirà anche un accesso più rapido una volta giunte sul luogo, evitandovi i lunghi tempi di attesa al botteghino.

La procedura d’acquisto, tuttavia, non è così immediata ed alcuni dati sono impossibili da fornire se non siete addetti del settore. Occorre quindi un po’ d’ingegno e l’aiuto delle tante ragazze che hanno sperimentato il servizio prima di voi: SierraMikeChannel ha girato un video in cui spiega nel dettaglio come compilare i campi richiesti, mentre Chiara GoldenVi0let ha realizzato un’utile mini-guida in formato testo. Seguendo le loro istruzioni tutto risulterà semplicissimo!

Completato l’acquisto dovrete stampare il biglietto badando a non rovinare il codice a barre: l’ingresso alla fiera avverrà in fatti in modo del tutto automatizzato grazie all’installazione di tornelli muniti di lettore ottico.

divisione

E’ vero che possono entrare solo gli addetti del settore?

Il Cosmoprof è una fiera rivolta ai professionisti ma nessuno vieta la partecipazione ai semplici appassionati, tanto più che all’ingresso non vi sono controlli delle credenziali.

divisione

Una volta entrata come mi oriento?

La vostra missione, non appena entrate, sarà quella di conquistare uno dei libretti illustrativi della fiera: solo qui troverete un elenco completo ed esaustivo di tutti gli espositori, corredato di posizionamento. Una volta ottenutolo considerate di fermarsi per qualche momento al fine di individuare gli stand di maggiore interesse e poter organizzare al meglio la visita.

divisione

I padiglioni sono ben organizzati per settore?

Come si evince dalla cartina reperibile sul sito i padiglioni sono organizzati per settore merceologico, ma la divisione è spesso meno rigorosa di quanto dovrebbe e potreste trovare brand di cosmesi negli spazi destinati ai parrucchieri o prodotti per capelli nelle aree dedicate all’estetica: se non trovate l’espositore che stavate cercando provate a controllare sul libretto di cui alla risposta precedente.

divisione

Gli stand vendono tutti i giorni?

In quanto fiera rivolta al B2B (Business to Business, ovvero all’incontro tra operatori del settore al fine di favorire accordi commerciali) gli stand sono orientati più alla vetrina che al negozio. Anche in questo caso ritroviamo tuttavia un’ampia discrezionalità: alcune ditte vendono tutti i giorni di fiera (ad esempio La Truccheria, dove potrete trovare prodotti Make Up For Ever con sconti interessantissimi), altri non vendono mai (Zoya, ad esempio) ed altri ancora vendono solo il lunedì per non dover riportare con sé scatoloni e scatoloni di materiale.

divisione

Qual è il giorno migliore per andare in fiera?

I giorni meno caotici per visitare con calma e tranquillità gli stand sono il venerdì ed il sabato; più turbolenta è invece la domenica, mentre il lunedì, deputato alla vendita, vede molti stand impoveriti a causa dei forti sconti proposti per invogliare i clienti all’acquisto. Alcuni stand, inoltre, iniziano le operazioni di smontaggio con qualche ora di anticipo risultando, di fatto, non visitabili già prima della chiusura ufficiale della fiera.

divisione

Se ho fame posso comprare un panino direttamente in fiera?

Sì, ci sono dei punti di ristoro. E’ tuttavia consigliato portare con sé il pranzo e le bevande al fine di evitare lunghissime code e prezzi da ricatto.

divisione

E’ presente un guardaroba?

Sì, accedendo dall’ingresso Costituzione lo troverete sulla vostra destra non appena entrate nel Centro Servizi. E’ a pagamento, ma il costo è ragionevole e gli addetti sempre molto gentili. Per vostra sicurezza ricordatevi di portare un piccolo lucchetto per chiudere la valigia.
Non è invece conveniente lasciare le giacche: il passaggio tra un padiglione e l’altro avviene attraverso percorsi esterni, ed è meglio avere qualcosa con cui coprirsi per non rischiare sbalzi termici con conseguente raffreddore.

divisione

E’ meglio se mi vesto bene? In fondo è una fiera dell’estetica…

Centonovantaquattromila metri quadrati di spazio espositivo e duemilatrecento espositori rendono impossibile sopravvivere al Cosmoprof senza abbigliamento comodo e scarpe sportive: a meno che non dobbiate presenziare in qualche stand non c’è alcun motivo per indossare un tacco 15 (ed anche in quel caso portatevi un paio di scarpe di ricambio). Se volete colpire l’attenzione puntate piuttosto sul trucco o sulle acconciature. Ricordatevi, inoltre, che in fiera la temperatura tende ad essere più alta rispetto a quella esterna.

divisione

Devo portare con me un trolley?

La soluzione trolley presenta pregi e difetti: avere con sé una piccola valigia, come fosse un bagaglio a mano, vi consentirà infatti di riporre senza problemi logistici e posturali cataloghi molto pesanti, borse (alcune sono davvero molto belle), campioncini ed acquisti: a fine giornata la vostra schiena ringrazierà. Tuttavia muoversi trascinando un’appendice munita di ruote renderà meno agevole gli spostamenti lungo i corridoi, soprattutto nella giornata di domenica quando le presenze toccano il picco, e potrebbe rendere impossibile visitare alcuni stand a causa del sovraffollamento.

divisione

Devo portare molti contanti o posso pagare con bancomat o carte?

La maggior parte degli stand non è dotata di sistemi di pagamento elettronico, il che rende indispensabile portare con sé un congruo ammontare di contanti. All’interno della fiera è presente uno sportello bancomat, ma non vi consiglio di farvi troppo affidamento: visto l’altro numero di visitatori lo troverete vuoto per la gran parte del tempo.
Tra gli stand che accettano bancomat e carte di credito vi è quello de “La Truccheria”.

divisione

E per cercare un hotel dove alloggiare come faccio?

A meno di poter prenotare con larghissimo anticipo è quasi impossibile trovare un hotel a Bologna a prezzi ragionevoli. Il consiglio è dunque quello di allargare il raggio di ricerca: se vi muoverete in macchina cercate nei dintorni: i comuni limitrofi sono sicuramente pieni di ottimi B&B; se siete invece munite di biglietto del treno potreste cercare nelle grandi città prossime a Bologna: Modena, Reggio Emilia e Ferrara distano circa 30 minuti di viaggio dal capoluogo Romagnolo ed offrono strutture per tute le tasche, anche in periodo di fiera.
Quest’anno per me sarà trolley free.

divisione

Se prima di decidere volessi saperne di più su cosa aspettarmi?

Niente di più facile: segui i link sottostanti per leggere la cronistoria e guardare le foto, padiglione per padiglione, delle precedenti edizioni di Cosmoprof!

Introduzione e Padiglioni Unghie (parte 1 di 6)

Padiglioni Internazionali (parte 2 di 6)

Hair, Padiglioni Capelli (parte 3 di 6)

Padiglioni Cosmoprof Nature (parte 4 di 6)

Profumeria e Cosmesi e Profumeria Selettiva (parte 5 di 6)

Beauty e Cosmopack (parte 6 di 6)

Sulla mia pagina Facebook sono inoltre presenti due gallerie fotografiche :

Galleria Fotografica Cosmoprof 2013 (218 foto)

Galleria Fotografica Cosmoprof 2012 (159 foto)

 

Dubbi risolti? Allora non mi resta che augurarvi buon divertimento a Bologna! ;)

Marica

Appassionata di cosmesi e di tutto ciò che è bello, vivo in Inghilterra da due anni ed ho un'inarrestabile passione per borse e rossetti. Il super-potere che vorrei? Quello dei capelli sempre in piega! Su Instagram mi trovi come @beautycaseblog.

12 Comments
  1. ciao! Post molto utile per chi andrà al cosmoprof..ma mi sorge un dubbio: per pagare bisogna avere i contanti o va bene anche carta di credito e postepay? scusa per la domanda stupida! :)

    1. Ciao Maria, non è affatto una domanda stupida, anzi!
      Gli stand che accettano le carte di credito ed i bancomat purtroppo sono pochi, quindi è sempre meglio avere con sé del contante :)
      Ho aggiunto la domanda nel testo dell’articolo, lì troverai anche maggiori dettagli!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.