Eisenberg Masque Fondant Réparateur viso ed occhi – Review

Eisenberg Masque Fondant Réparateur

La Masque Fondant Réparateur Visage & Yeux di Eisenberg Paris è un cosmetico prezioso, studiato per dare sollievo alle pelli sensibili, delicate o fragili, soggette ad eritemi e cuperose o semplicemente inclini a trasmettere sensazioni di disagio quali prurito, pelle che tira, calore o arrossamenti.

Un obiettivo ambizioso, che tuttavia non mette in secondo piano le proprietà anti-age che fanno da fil rouge a tutte le proposte del marchio francese. Grazie alla tecnologia Trio-moleculaire, scoperta e brevettata dal fondatore del marchio, La Masque Fondant nasce infatti come vero e proprio booster di giovinezza capace di rigenerare, energizzare ed ossigenare la pelle. Il primo step si realizza grazie agli enzimi dall’azione cheratolitica, il cui compito è quello di eliminare le cellule morte e di favorire il rinnovamento cellulare; la fase energizzante è invece affidata alle citochine estratte dal latte, capaci di ristrutturare il derma agendo sull’elasticità e sulla tonicità della pelle, mentre a fungere da ossigenante sono le biostimoline estratte dai germogli di faggio, cui vanno attribuite anche importanti proprietà idratanti e di prevenzione delle rughe.

La tecnologia Trio-moleculaire è stata scoperta e brevettata dal fondatore del marchio, l’italiano José Eisenberg, ed è un’esclusiva del brand.

La Masque Fondant Réparateur di Eisenberg Paris può essere utilizzata in due modalità:

Come una maschera tradizionale applicata una o due volte alla settimana su viso, contorno occhi, collo e decolleté. Dopo 15-20 minuti di posa è possibile massaggiarne l’eccesso fino ad assorbimento o eliminarlo con cotone inumidito.

Come trattamento notte: in questo caso l’ideale è usarla 15 notti consecutive per una cura super rigenerante!

Masque Fondant Réparateur Eisenberg: cosa ne penso?

Ho provato la Masque Fondant Réparateur seguendo fedelmente le istruzioni di utilizzo: durante le prime due settimane l’ho applicata tutte le sere come maschera notte, rimuovendola al mattino con un panno in microfibra, mentre nel mese successivo mi sono limitata ad una sola applicazione settimanale sul viso e a due sul contorno occhi in sostituzione dei patch che uso abitualmente.

Eisenberg Masque Fondant Réparateur

Le mie aspettative erano molto alte, essendo Eisenberg un marchio di cui mi fido ed avendo già provato con piacere un altro prodotto per pelli sensibili: il Serum Calmant Ressourçant Viso ed Occhi, del quale vi parlerò tra qualche giorno (iscrivetevi alla newsletter per non perdervi l’articolo!).

Il primo aspetto ad avermi colpita favorevolmente è la sua anima multifunzione: mi piace l’idea di avere un prodotto viso e occhi in un solo tubetto e adoro poterlo usare sia di giorno che di notte.

Mi piace l’idea di avere un prodotto viso e occhi in un solo tubetto e adoro poterlo usare sia giorno che di notte.

La consistenza è quella di una crema leggera, facile da stendere e da massaggiare sul viso. Una volta applicata offre un’immediata sensazione di freschezza che può effettivamente aiutare a contrastare arrossamenti e bruciori.

Dapprima bianca, la maschera diventerà gradualmente trasparente con il passare dei minuti, ma anche quando si sarà completamente asciugata non risulterà mai secca al pari di una classica maschera all’argilla ed andrà invece a creare uno strato idratante, elastico e quasi impercettibile: l’ideale per le pelli secche e disidratate.

Si può rimuovere semplicemente con acqua tiepida, ma io preferisco usare un panno morbido in microfibra oppure un dischetto di cotone inumidito: questo sistema mi da l’impressione di eliminare al meglio tutti i residui. In ultimo, come passaggio finale del mio rituale di bellezza, asciugo il viso con un asciugamano in spugna, senza strofinare ma tamponando.

Eisenberg Masque Fondant Réparateur

Il risultato è una pelle migliorata al tatto ed alla vista, liscia e morbidissima sia sul viso che sul contorno occhi. In più, a differenza delle altre maschere usate in passato, è la prima volta che non sento l’esigenza di applicare una crema idratante come step finale:  la pelle sembra aver assorbito la quantità di nutrienti dei quali aveva bisogno, eliminando ogni sensazione di tensione e risultando perfettamente sana ed in salute. Al contempo non bisogna immaginare un apporto tale da rendere il viso lucido o la cute grassa: al contrario il risultato è di pelle perfettamente equilibrata.

E’ la prima volta che non sento l’esigenza di applicare una crema idratante come step finale.

Questo è possibile grazie agli attivi di pregio contenuti nella formulazione. Al potere anti-età della tecnologia Trio-molecolare, della quale abbiamo parlato in apertura, si affianca infatti quello antiossidante ed anti-infiammatorio dell’estratto di cellule staminali di foglie di lampone, che aiuta a ridurre il rischio di infiammazione cronica ed aumenta la longevità cellulare.
A coadiuvarne l’azione è l’estratto di Boswellia serrata, derivato da una pianta ben nota nella medicina ayurvedica indiana per le sue proprietà calmanti, lenitive e anti-irritanti. Presenti anche l’estratto di escina, utile a combattere i rossori e schiarire l’incarnato, e l’alga rossa, che lenisce, idrata e ristruttura la pelle. Il burro di karité e gli oli naturali di avocado e di mandorla dolce assicurano invece un’azione idratante e nutriente mentre le vitamine E e C agiscono come potenti antiossidanti.

L’unico lato negativo è il packaging: bello, elegante, raffinato, perfetto da tenere in bella vista sulla mensola dedicata ai trattamenti di bellezza… ma difficile da portare in viaggio a causa dell’altezza del tubetto, che rende complicatissimo l’inserimento nel classico contenitore dei liquidi permesso dalle compagnie aeree: messo in verticale ne supera il bordo ed anche in orizzontale eccede le dimensioni massime. L’unico posizionamento possibile è quello obliquo, ma in questo modo gli angoli appuntiti della parte superiore tenderanno a lacerare la plastica trasparente, soprattutto quando il sacchetto è pieno come lo è generalmente il mio.

Tralasciando questo aspetto, che possiamo etichettare come marginale, la Masque Fondant Réparateur di Eisenberg ha totalmente ripagato le mie aspettative ed è promossa a pieni voti. Perfetta per le pelli sensibili, credo sia un ottimo idratante e lenitivo da usare in ogni momento dell’anno. In particolar modo in inverno, quando la pelle tende ad irritarsi per il freddo, ed in estate, quando i raggi solari possono provocare arrossamenti e sensazioni di bruciore.

Voi avete già provato prodotti di questo brand? Vi sono piaciuti? Io ho comprato proprio ieri il contorno occhi in gel in vista dei mesi caldi e credo sia stata la migliore idea avuta questa primavera. Fatemi sapere cosa ne pensate in un commento qui sotto e ricordatevi che vi aspetto anche su Youtube con tanti video sulla cosmesi e qualche pillola dall’Inghilterra!

 

Eisenberg Masque Fondant Réparateur viso ed occhi
  • Valutazione globale
    9
The Good

Idrata molto bene

Può essere usata sul contorno occhi

Può essere usata anche come maschera notte

Ha attivi di pregio

E' perfetta per le pelli sensibili

Non ha parabeni

Non ha profumo

Non ha coloranti

The Bad

Confezione scomoda da portare in viaggio

910
No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.