Fondotinta Yves Rocher Super Mat Zéro Défaut – Review

Recensione Yves Rocher Fondotinta Super Mat zero defaut

Fondotinta Yves Rocher Super Mat Zéro Défaut

Adatto a chi desidera un effetto super opaco, il fondotinta Yves Rocher Super Mat Zéro Défaut è stato pensato per chi ha una pelle mista o grassa. La sua formula oil free è infatti ricca di polvere assorbente di Baikal, derivata dalle radici di scutellaria: una pianta molto usata nella medicina tradizionale cinese in virtù delle sue svariate proprietà.

Qualche informazione sugli ingredienti del fondotinta Yves Rocher Super Mat

In campo dermatologico, ad alte concentrazioni la scutellaria è capace di schiarire le macchie scure del viso, uniformando l’incarnato, ed è ricca di antiossidanti che agiscono contro l’invecchiamento cutaneo e aiutano la pelle a resistere alle aggressioni ambientali. Ha inoltre un’azione lenitiva che rende il fondotinta adatto anche a pelli sensibili. La polvere di baikal derivata da questa pianta è ricavata con un processo interamente naturale, a partire da una filiera controllata, e aiuta a equilibrare l’epidermide regolarizzando la produzione di sebo.

Contiene inoltre idrolato di fiordaliso, ingrediente costoso e indice della grande attenzione posta da Yves Rocher nella formulazione di questa base viso. La sua azione antinfiammatoria e astringente allevia le irritazioni cutanee e rigenera la pelle, combattendo i pori dilatati e aiutando a sua volta a regolare la produzione di sebo.

Recensione Yves Rocher Fondotinta Super Mat zero defaut

Applicazione e risultato

Il fondotinta Yves Rocher Super Mat Zéro Défaut ha una consistenza cremosa e si stende bene con un pennello o con una spugnetta (da usare rigorosamente umida!), ma secondo me il risultato migliore si ottiene applicandolo direttamente con le dita. Il calore sprigionato ammorbidisce ulteriormente il prodotto, rendendolo facilmente lavorabile, e gli consente di fondersi perfettamente al viso ottenendo un effetto opaco e cipriato, ma estremamente naturale.

Si fissa molto in fretta quindi il mio consiglio è di procedere per zone e di procedere con una certa celerità perché una volta asciutto non sarà più possibile sfumarlo.

L’azione sulla texture della pelle è evidente: i pori dilatati vengono camuffati è l’aspetto è più uniforme e compatto. Un risultato che mi fa amare molto questa base nonostante per usarla debba optare per una crema idratante più ricca del solito. D’altra parte la mia pelle tende al secco quindi non potevo aspettarmi nulla di diverso.

Coprenza, durata e profumazione

La coprenza è media, ma è possibile aumentarla procedendo all’applicazione di un secondo strato di fondotinta. Il mio consiglio è di farlo agendo solo sulle aree dove è necessario un plus di prodotto e non su tutto il viso: questo scongiurerà l’effetto maschera e continuerà a creare un look pelle migliorata ma nuda.

La durata, su di me, è soddisfacente e quando vado a struccarmi il colore è ancora tutto sul viso, ma chi ha una pelle particolarmente grassa dovrebbe aspettarsi un make-up intonso per circa 5/6 ore prima di doverlo ritoccare con una cipria per mantenere finish e coprenza.

Il fondotinta di Yves Rocher ha una profumazione molto buona, talcata e non eccessiva. A me non dà fastidio e anzi mi piace tantissimo, ma tienilo presente se preferisci cosmetici totalmente inodori .

LEGGI ANCHE: Recensione Olio micellare detergente Pure Calmille di Yves Rocher

Le colorazioni disponibili

Sono disponibili 10 tonalità, 4 con sottotono neutro (100 , 200, 300, 400), 3 con sottotono caldo (100, 200, 300) e 3 con sottotono freddo (100, 200, 300). In questa recensione ti mostro le tre colorazioni intermedie: 200 Beige, 200 Rosé e 200 Doré.

Swatch Yves Rocher Fondotinta Super Mat zero defaut

A chi consiglio il fondotinta Yves Rocher Super Mat Zéro Défaut

Consiglio il fondotinta Yves Rocher Super Mar Zéro Défaut a chi ha una pelle mista o grassa e necessita di una coprenza media ma modulabile là dove serve, senza effetto maschera. E’ adatto anche a chi cerca un risultato super opaco, capace di schermare ogni riflessione della luce. Le pelli secche che non sanno rinunciare al fondotinta matte dovrebbero tuttavia curare moltissimo la fase preparatoria, idratando il viso con maschere e creme molto nutrienti.

Tu preferisci i fondotinta luminosi o quelli matte? Vieni su Instagram per confrontarti con le altre ragazze e scoprire cosa ne pensano loro: mi trovi come @beautycaseblog!

Iscriviti alla newsletter!

E’ gratis e ti consente di ricevere tanti consigli di bellezza e tutte le novità del mondo beauty!

Privacy policy – Potrai disiscriverti quando vuoi cliccando sul link in fondo alla newsletter.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp’s privacy practices here.

Marica

Appassionata di cosmesi e di tutto ciò che è bello, vivo in Inghilterra da due anni ed ho un'inarrestabile passione per borse e rossetti. Il super-potere che vorrei? Quello dei capelli sempre in piega! Su Instagram mi trovi come @beautycaseblog.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.